Come sapere quanto costa la tua ristrutturazione.

Contenuto dell’articolo:

– Stila una lista dei lavori che vuoi fare.
– La lista serve per capire quali lavori ci sono dietro!
– Devo chiedere i permessi al comune?
– Rilievo e computo metrico.
– Contatta le ditte e confronta i preventivi.

Stila una lista dei lavori che vuoi fare

Ristrutturare casa prevede  una serie di step che risulteranno essenziali per la buona riuscita dell’opera. Prima di tutto  devi avere chiaro quali sono gli interventi che hai intenzione di eseguire e stilare una lista dettagliata. E’ importante distinguerli al fine individuare le lavorazioni che verranno effettuate, e i conseguenti lavori connessi.

La lista serve anche per capire quali lavori ci sono dietro!

Sulla lista di esempio vediamo che si vuole cambiare la posizione del W.C. Questo comporterebbe la demolizione del vecchio rivestimento e pavimentazione. A questo punto, sicuramente sarà conveniente rinnovare tutta l’impiantistica. Quindi vediamo come da un lavoro derivano altri preparatori (nell’esempio demolizioni e nuova impiantistica per il carico dell’acqua e dello scarico) e dato che passeranno molti anni prima che tu decida o necessiti di una nuova ristrutturazione, risulterà conveniente rifare tutto l’impianto, perché altrimenti si corre il rischio di dover demolire parzialmente quelle zone dove potrebbero verificarsi dei guasti, andando a compromettere la buona riuscita del lavoro appena fatto, ad esempio perché non trovi più lo stesso tipo di rivestimento

Devo chiedere i permessi al comune?

Gli interventi, possono riguardare un cambiamento nella distribuzione o degli spazi, delle aperture o della struttura. Altre volte non è necessario stravolgere l’impianto generale dell’abitazione, e le opere si limitano alla sostituzione degli impianti e delle finiture. Quindi ci sono casi dove non è necessario avviare pratiche edilizie ed altri dove avrai bisogno di richiedere gli appositi permessi comunali. Per sapere di più visita la sezione Pratiche Edilizie e Titoli Abilitativi dove potrai informarti in quali casi devi richiederli e quando è possibile farne a meno.

Rilievo e computo metrico

Una volta che hai stilato la lista, avrai bisogno di eseguire alcune misure. In genere è una operazione molto semplice e di solito si tratta di metri quadri o metri lineari. Se vuoi sapere come fare leggi questo articolo dove potrai informarti su come eseguire un rilievo per conteggiare i metri quadri.. A questo punto inizierai ad avere un’idea di quanto  dovrai realizzare.

Se il tuo progetto prevede un cambiamento nella disposizione degli ambienti, ti sarà utile aiutarti con una planimetria catastale oppure facendo una fotocopia del progetto che dovresti avere a casa. Utilizzalo per modificarlo a tuo piacimento e consultare successivamente un tecnico (Geometra o Architetto) di fiducia che ti consiglierà sulle scelte in base alla normativa urbanistica vigente. Puoi iniziare per conto tuo visitando l’articolo che ho scritto dove spiego come ridistribuire casa prima di ristrutturare.

Articolo: Come ridistribuire casa prima di ristrutturare.

Contatta le ditte e confronta i preventivi.

Confronta almeno 3 preventivi, e chiedi nel dettaglio cosa offrono.

Ti capiterà sicuramente di trovare le formule “chiavi in mano” dove tu non dovrai pensare a nulla e ti verrà consegnato tutto su un piatto d’argento. Stai attento a queste formule, perché spesso si tratta di pacchetti dove  ti è concesso scegliere solo entro un certo margine e  per specifiche e determinate lavorazioni. Ad esempio, puoi scegliere fra 3 o 5 modelli di piastrelle che potrebbero non rispondere alle tue esigenze estetiche, o potrebbero risultare non in armonia con il resto della casa. C’è poi da considerare il fatto, che essendo appunto pacchetti non personalizzabili, le lavorazioni fuori dal capitolato ,(variazioni in corso d’opera che sono all’ordine del giorno) faranno sforare in grande misura il tuo budget.

Tieni presente che la ristrutturazione sia di una parte, sia dell’intera unità abitativa, caratterizzerà  per molto tempo, sia esteticamente che funzionalmente la tua casa e nuovi cambiamenti saranno altrettanto difficoltosi da affrontare.


Condividi sui social!